fbpx
Skip to navigation

Nome

Istituto Preziosissimo Sangue Bari

Contact Info uno

segreteria@istitutopreziosissimosangue.it      331 4600471    

Venerdì di Pace, 27 maggio al Fortino Sant’Antonio

Venerdì di Pace, 27 maggio al Fortino Sant’Antonio

Nato nella città di Bari nel 2001 ad opera dell’Istituto Preziosissimo Sangue e sotto la direzione di suor Nicla Spezzati, l’evento dei “Venerdì di Pace” torna a prender forma oggi, in questi giorni di preoccupante conflitto geograficamente vicinissimo al nostro Paese. L’originario e rinnovato intento dell’evento è quello di formare una rete di scuole impegnate in una collaborazione fruttuosa per coltivare culture di pace di fronte alle sfide dell’ora presente.

In programma per il pomeriggio di venerdì 27 maggio presso il Fortino Sant’Antonio, nel cuore della città vecchia, l’appuntamento vedrà ritrovarsi i giovani e le giovani degli istituti in rete per essere protagonisti attivi dell’evento, attraverso contributi coordinati dai rispettivi istituti. Invitati inoltre a porsi in dialogo con i testimoni di culture di pace che siederanno alla “Cattedra dei Giusti”, approfondiranno le loro esperienze di vita con lo scopo di farsi promotori di processi di pace e di durevoli condizioni di umana convivenza. Tra i relatori Don Angelo Cassano, Referente Libera Puglia , il Prof. Augusto Ponzio, Professore Emerito Filosofia del Linguaggio presso l’Università di Bari, Padre Giovanni Ladiana, Gesuita, Andrea Caschetto, Ambasciatore del Sorriso, Gianni Macina, fondatore In.Con.Tra. La conversazione con gli ospiti sarà condotta dagli studenti stessi e sarà intervallata da momenti musicali, teatrali e coreutici preparati dagli Istituti in rete: Scuola Paritaria Istituto Preziosissimo Sangue, Istituto Tecnico Tecnologico Panetti Pitagora, Liceo Scientifico Statale Gaetano Salvemini, Liceo Artistico Statale De Nittis-Pascali, IISS Elena di Savoia-Piero Calamandrei, Liceo Classico Statale Socrate, Liceo Delle Scienze Umane Statale G. Bianchi Dottula, Liceo Scientifico Statale Arcangelo Scacchi.

Sotto la direzione della professoressa Francesca Palamà, Dirigente Scolastico dell’IPS, l’edizione 2022 dei “Venerdì di Pace”, dal titolo “Comunicare culture di Pace”, desidera provocare le nuove generazioni a prendere parte al lavoro di quanti, uomini e donne, intellettuali, professionisti, amministratori, politici, cittadini attivi, si impegnano quotidianamente per creare condizioni di accoglienza e convivenza tra persone di origine, cultura, progetto differenti.

L’evento, progettato dall’IPS Bari con la collaborazione degli istituti baresi di Scuola Secondaria di II Grado, si colloca nel territorio della città capoluogo di Puglia, come piccolo crocevia d’incontro per tessere relazioni e tornare a fidarci dell’uomo contro gli inconfutabili fatti che, oggi più che mai, sembrano voler sottrarre speranza all’umanità. L’esplorazione intorno al tema della Pace nasce dunque da una urgenza e assume, nei tempi odierni, una connotazione profondamente umana: nelle lacerazioni profonde che sporcano i nostri giorni, siamo tutti interpellati a riscoprire, manifestare e condividere la bellezza originaria che ciascuno si porta dentro.

Come una scheggia di luce e di umanità, l’iniziativa desidera dunque riaccendere i sentimenti di speranza sui quali guerra e violenza continuano a gettare ombre. E per farlo sceglie proprio le nuove generazioni coagulando intorno ad essa l’interesse e il desiderio degli Istituti scolastici della città di Bari. È la sfida che il “Venerdì di Pace” torna a lanciare all’individualismo, una forte provocazione posta dinanzi all’isolamento in tutte le sue forme, dalle più sottaciute alle più manifeste.

Servizio TG Telebari