Viaggiare…sull’acqua! – U.N.E.S.C.O.

Classi coinvolte nel progetto

Infanzia, Primaria (classi I – II – III – IV – V)

Secondaria di I Grado (classi I – II – III)

 

Breve descrizione della scuola e del contesto territoriale

Informazioni sul contesto socio-economico e culturale in cui il progetto è inserito, con riferimento anche ai bisogni di conoscenza e alla diffusione delle tematiche Unescane 

L’utenza scolastica – caratterizzata tipicamente da residenti nel quartiere, nonché da “pendolari”, anche provenienti dall’hinterland cittadino, la cui intensa attività lavorativa ha reso conveniente l’adesione ad una formula scolastica con servizi aggiuntivi – è andata profondamente modificandosi nell’ultimo biennio. Il totale rinnovamento dell’offerta didattica, con particolare riferimento all’introduzione del bilingue, ha prodotto, infatti, una totale modifica del perimetro dell’utenza, sia in orizzontale, estendendolo di fatto a tutta la città, sia in verticale, registrando un innalzamento del livello socio- culturale delle famiglie utenti, che si caratterizza oggi per una prevalenza di professionisti. L’attivazione dell’indirizzo bilingue, unita al tradizionale rigore con cui vengono applicati i programmi ministeriali, ha fatto sì che la scuola venisse individuata e scelta con consapevolezza, all’interno dell’ampia e variegata offerta formativa che caratterizza il sistema scolastico cittadino, da famiglie particolarmente “sensibili” ad un più efficace insegnamento della lingua inglese, pronte anche a superare i disagi logistici legati alla distanza casa-scuola.
Breve descrizione dell’idea progettuale, destinatari , finalità e obiettivi culturali

L’acqua è la sostanza più diffusa sul mantello del nostro pianeta ed è il costituente principale di tutta la materia vivente.

È un tema di cui tutti i ragazzi hanno esperienza diretta; favorisce un taglio interdisciplinare essendo presente nei curricoli delle varie aree disciplinari e può permettere una molteplicità di sviluppi a seconda degli interessi, delle conoscenze, delle esperienze sia dei ragazzi che degli insegnanti.

Finalità

–          Implementare le conoscenze dei cittadini sulla risorsa “acqua”.

–          Educare al rispetto dell’ambiente.

–          Facilitare, a partire dal tema del viaggio e delle migrazioni via mare, la comprensione da parte degli alunni dei fenomeni migratori e degli aspetti legati all’interculturalità che emergono grazie alla presenza nella società, e quindi anche nella comunità scolastica, di alunni rappresentanti di comunità straniere.

–          Rafforzare, consolidare e integrare, i percorsi di educazione interculturale in atto con elementi di educazione alla cittadinanza mondiale (Global Learning, o Global Citizenship Education così come viene definita dall’Unione Europea)

–          Contribuire alla costruzione di reti di attori territoriali che operano nel settore del protagonismo giovanile e a favore della diffusione di una cultura di cittadinanza attiva, di solidarietà e di accoglienza nei confronti dei soggetti e delle comunità straniere.

–          Educare alla riflessione critica sull’acqua come diritto fondamentale universale.

Obiettivi

–          Educare al consumo dell’acqua ai fini domestici. Fornire elementi sul costo dell’acqua e sugli effetti ambientali.

–          Esaminare le misure finalizzate al contrasto dei flussi irregolari diretti verso il nostro Paese, adottate sia a livello nazionale che in sede comunitaria.

–          Analizzare, attraverso  ricerche statistiche e sociologiche,  il fenomeno migratorio, evidenziandone le cause e la dimensione planetaria.

–          Conoscere le principali rotte dei movimenti irregolari che hanno interessato le nostre coste negli ultimi quindici anni, con riferimento agli scenari operativi in cui le Forze dell’ordine si sono trovate a fronteggiare l’arrivo dei natanti carichi di stranieri. Nell’ambito della rassegna dei vari flussi, si è provveduto ad evidenziare le strategie che, nel tempo, si sono rivelate vincenti e che hanno prodotto risultati positivi.

–          Analizzare gli strumenti normativi del contrasto, procedendo in primo luogo alla disamina delle principali forme di cooperazione internazionale.

–          Conoscere la strategia politica dell’Unione Europea in tema di governo dei processi migratori, dando dei rapidi cenni alle fonti ed ai Trattati che hanno reso la materia oggetto della collaborazione intergovernativa tra gli Stati membri.

–          Conoscere l’importanza dell’acqua come bene comune nella storia del genere umano e produzione artistica.

–          Conoscere l’importanza dell’apporto idrico nell’attività fisica.

Destinatari: Gli alunni dalla Scuola dell’Infanzia e Primaria e della Secondaria di I Grado.

 Articolazione e descrizione delle attività

          Nella scuola dell’infanzia e primaria si seguono finalità legate alla costruzione di “un primo spirito scientifico”, attraverso un’ ”educazione scientifica” e non disciplinare. Il primo approccio sarà a livello prevalentemente sensoriale: si “scopriranno” le prime proprietà a partire soprattutto dall’esperienza dei bambini e dall’osservazione e manipolazione, per continuare, a livello via via più approfondito in senso disciplinare, nella scuola secondaria di primo grado, nello studio delle proprietà chimico- fisiche dell’acqua attraverso la costruzione di concetti scientifici via via più rigorosi che superano il livello della semplice percezione.

Nell’ambito della rassegna dei flussi migratori, si evidenzieranno le strategie che, nel tempo, si sono rivelate vincenti e che hanno prodotto risultati positivi.

Modalità di realizzazione

          Attività di ricerca

          Visite guidate al Palazzo e museo dell’Acquedotto Pugliese (Bari), alla Biblioteca De Gemmis e Nazionale  e a scelta del corpo docente al ciclovia dell’acquedotto (Valle d’Itria), Monteverde o Torre Guaceto, Castellana Grotte

          Indagine sulla Carta dell’acqua

Soggetti esterni  alla scuola coinvolti nel progetto e relative caratteristiche

 Enti locali, OO.NN.GG., Associazioni,etc.etc.

Il progetto vedrà coinvolti diversi enti e associazioni :

          Assessorato alla cultura e all’Ambiente della Regione Puglia e del Comune di Bari

          Migrantes ente CEI (don Angelo Cassano – e don Giovanni de Robertis)

          Acquedotto Pugliese

          Pubblica Istruzione del Comune e della Regione

          Analisi delle acque (mamma Flavio Ortolano)

Materiali, sussidi didattici, laboratori utilizzati per il progetto

LIM, Laboratorio informatico, linguistico, Laboratorio scientifico, Teatro, social network, sito della scuola, sito della Buona Notizia (RAI 3), Facebook.

Connessione con altri progetti o programmi

Il progetto sarà inserito nel concorso missionario della congregazione e sarà connesso a Centro Studi Apulia Commition e rete Buona Notizia (Enzo Quarto RAI 3)…

Attività di contatto con altre realtà scolastiche nazionali e/o internazionali

          Piattaforma E-Twinning

          Convenzione delle Alpi: Gruppo di Lavoro strategia macroregionale per le Alpi – Presidenza: Svizzera, Italia, e Germania

          Forum “Bambini e mass-media” (Buona Notizia – Enzo Quarto RAI 3)

          Edizioni San Paolo (Progetto Lettura)

Contenuti

Realizziamo il presente progetto per sensibilizzare i nostri alunni e le rispettive famiglie verso questo tema sociale, fondamentale nell’ottica di una efficace educazione ambientale,  sanitaria nonché interculturale in quanto favorisce la presa di coscienza che:

–           la vita sulla terra dipende dall’acqua;

–           una cattiva gestione delle risorse idriche del pianeta compromette gli equilibri ecologici e la qualità della vita;

–          l’acqua fa parte dell’atmosfera e contribuisce a determinare i vari climi della Terra e i fenomeni meteorologici;

–          è educativo conoscere il valore dell’acqua nelle altre culture;

–           è una risorsa limitata, e di conseguenza occorre modificare i propri comportamenti a un consumo responsabile;

L’acqua è importante nella storia del genere umano.

Caratteristiche innovative

Il tema scelto è di grande attualità ed è interdisciplinare . Inoltre, l’acqua non solo è indispensabile dal punto di vista scientifico ma, da sempre, è stata un fondamentale canale di relazioni umane e culturali.

Strumenti di autovalutazione delle attività

Feed-back rilevati attraverso indagini statistiche e catalogazione dei risultati.

Prodotti realizzati

Grande Festival dell’Acqua con video Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado)

Spettacolo teatrale “Il viaggio di Gocciolina” (Scuola dell’Infanzia)

Attività di diffusione e sviluppi previsti

Due incontri formativi con i genitori sul tema della multiculturalità (Relatrice: Elisa Kidanè, giornalista  e scrittrice comboniana?)

Comboniani (Bari)

Testimonianze: Famiglia Palladino, una suora missionaria asc

Diffusione nelle scuole ASC, Comune di Bari, IV Municipio Poggiofranco

Incontri con autori di libri