LETTURA

OBIETTIVI

Il progetto ha come finalità prioritaria l’educazione alla lettura, che susciti nell’alunno di cl. 5° della scuola primaria e negli studenti di I°,II,°III° della scuola secondaria di 1° grado, non solo interesse per i contenuti, vicini alla sua realtà ed ai suoi interrogativi, ma anche il fascino della parola scritta, della narrazione.

Pertanto quelli scelti sono testi narrativi e documentari, che affrontano problematiche storiche e di attualità, scritti da giornalisti, capaci di rivolgersi ad un pubblico giovane da informare e formare.

CONTENUTI

I testi sono Nawal-L’angelo dei profughi di Daniele Biella, ed.Paoline, destinato a tutte e tre le classi della Secondaria ed alla V° di scuola primaria, e Sopravvissuta ad Auschwitz-Liliana Segre tra le ultime testimoni della Shoah, ed.Paoline per la III° media.

Il primo, che si ricollega al tema del Progetto d’istituto sull’acqua, affronta la tragedia dell’esodo dei profughi verso l’occidente europeo, sottolineando la presa di coscienza dei giovani nei confronti di un attualissimo problema storico ed umano.

Il secondo affronta la tematica storica della shoah attraverso la sensibilità di un’adolescente sopravvissuta al lager e tormentata dalle difficoltà del reinserimento e del racconto dell’accaduto.

DESTINATARI-METODOLOGIA

La lettura sarà destinata anche ai genitori dei nostri alunni, che dunque vogliamo coinvolgere direttamente nel processo di conoscenza e di approfondimento compiuto dai loro figli.
La lettura ,come sempre condotta in classe con i ragazzi, sarà poi da questi condivisa con i genitori, insieme alla discussione, alla problematizzazione, alla ricerca, che saranno promosse e guidate dalla docente.

CONCLUSIONI

A febbraio ed a marzo – le due date precise sono ancora da definire- ci saranno gli INCONTRI CON GLI AUTORI, ai quali insieme genitori e figli parteciperanno per confrontarsi con i responsabili della scrittura ma anche con le riflessioni, le scoperte che la lettura personale e condivisa abbia prodotto.

Ci pare che anche questo dibattito-confronto rientri nei compiti educativo-formativi della scuola.